The Importance of Being Earnest

di Oscar Wilde

Pocket Theatre: il teatro inglese fatto in inglese

(spettacoli con sovratitoli)

La Dual Band ha in repertorio una serie di spettacoli che, in virtù del bilinguismo di buona parte della compagnia, propone al pubblico messe in scena e letture drammatizzate in lingua inglese.

THE IMPORTANCE OF BEING EARNEST

Regia di Anna Zapparoli

Scene e costumi di Susan Marshall

Musiche di Mario Borciani

Con (in ordine alfabetico): Lorenzo Bonomi, Benedetta Borciani, Beniamino Borciani, Stefano Guizzi, Anna Zapparoli, Rossana Mola, Lucrezia Piazzolla

Durata: 100 minuti

Età: dai 14 anni

"The truth is rarely pure, and never simple."

Ci si potrebbe azzardare a definirla la commedia più divertente mai scritta in inglese.

Da Carroll a Wilde, da Joyce a John Lennon, uno dei filoni più interessanti della cultura inglese (ma dovremmo dire britannica) affonda le proprie radici nel paradosso, nel celebre nonsense che è lo scheletro stesso dello humour inglese. Il falso che, facendo da specchio a ciò che viene comunemente considerato il vero, risulta più vero del vero. A una lettura di primo grado non si può non osservare l’estrema frivolezza di tutti i personaggi sulla scena. L’importanza appunto di chiamarsi con un nome piuttosto che con un altro è tale che l’amore, se il nome è sbagliato, svapora come rugiada in una giornata estiva in un giardino inglese. Ma è proprio qui che ritroviamo il senso più alto, e tutt’altro che frivolo, della commedia. E’ come se tutti i personaggi fossero intrappolati, come una mosca nell’ambra, in un ruolo prefissato e crudele.Con la sua lingua effervescente, le sue situazioni surreali e l’insuperato gioco d’attori, Oscar Wilde ci fornisce un’eccellente palestra per il nostro buonumore e la nostra intelligenza.

Foto Nicoletta Rosas